Marco

"...Grazie al Rebirthing ho scoperto che mi sentivo immeritevole dell'amore di Dio perché omossessuale, cosi come da Dio, anche da ogni elemento del creato..."

L'esperienza del Rebirthing mi ha permesso di avere accesso a delle verità che tenevo nascoste a me stesso e a riconoscere quelle maschere che mi tenevano all'oscuro di quel nucleo di enigmi che se ne stavano buone e tranquille dentro di me e che regnavano e governavano ogni passo e decisione della mia vita, forti della mia inconsapevolezza della loro esistenza.

Vivevo una vita pensando di sentirmi fiero di me stesso, di essere libero, pensando di essermi accettato e di vivere secondo le mie naturali predisposizioni. Ero certo del fatto che la mia omosessualità fosse un fatto consolidato e che io avevo accettato me stesso alla luce del giorno e completamente.

Mi sono avvicinato al Rebirthing perché sentivo un disagio che ritenevo causato, magari, da un'infanzia infelice, da un padre severo, da una madre troppo presente, da una società che non mi amava, da persone che non mi consideravano degno della loro approvazione perché ero diverso, o da una crisi economica che non mi concedeva costanza e continuità lavorativa. Tuttavia, grazie al Rebirthing ho pienamente compreso che in verità ero io a rifiutare per primo me stesso, per gli stessi motivi che vedevo nelle accuse che gli altri mi imputavano. Ero io , e solo io, che provavo letteralmente dello spregio per me stesso, per il mio sesso e per il mio modo di vivere la sessualità, sebbene, a livello conscio ed intellettuale mi facessi forza di una fierezza che era solo illusione. Scoprire di odiarsi per quello che si è, e scoprire che il mio odio era talmente potente da saper distogliere la mente dalla causa di questo odio, e pilotarla a considerare altre cause, è stato un momento forte, è stato davvero come cadere dalle nuvole, perché' a tutto avrei pensato ma non a questa omofobia interiorizzata, cosi intelligente e ben costruita dentro di me, da riuscire a deviare la mia attenzione da se stessa, e a consigliarmi di trovare la soluzione di questo disagio, forte e quasi autodistruttivo, in altre cause apparenti.

Io che ero aperto con tutti, che non nascondevo (o quasi) me stesso, che consigliavo ad altri come vivere sereni e in pace con se stessi, ho scoperto di essere, in verità, la persona che per prima aveva bisogno di rivedere se stesso in rapporto alla propria sessualità. Una scoperta difficile da accettare perché' voleva anche significare di accettare di essere il primo responsabile dei propri mali. Una scoperta, tra l'altro, avvenuta dopo varie sessioni. L'ambiente sociale e i miei genitori hanno certamente influito alla costruzione del mio disagio, ma grazie al Rebirthing ho capito qual era la strada da intraprendere e da abbracciare. Molte cose si sono chiarite: la mia voglia di fuggire dalla mia citta e dalla mia nazione, l'ansia di accontentare i miei genitori ma anche quella ricerca ansiosa di un Dio.

Sono sempre stato una persona spirituale, amante delle religioni e delle culture religiose più diverse, amante della preghiera universale e fervido sostenitore che la vita è anche anima e che Dio esiste, ma mai avevo potuto capire che questa ricerca di Dio non era altro che la ricerca di un perdono alle mie colpe, un perdono alla mia sessualità sbagliata e che cercavo ardentemente di espiare queste colpe per la mia pace, pace che però non stavo cercando di equilibrare con l'accettazione di se ma con le giuste e dovute punizioni religiose che ritenevo giuste per il mio danno.

Grazie al Rebirthing ho scoperto che mi sentivo immeritevole dell'amore di Dio perché' omossessuale, cosi come da Dio, anche da ogni elemento del creato. Si spiega quell'assenza di amori e relazioni nella mia vita, di passione per le cose, di senso estremo del dovere e di colpa, di mancanza di gioia della vita, gioia che avrebbe nutrito la mia esistenza con le cose più semplici come l'amore, lo sport, il gioco, il ridere. Si spiega il perché' di un rapporto di totale reverenza nei confronti dei miei genitori che superava la semplice e naturale predisposizione che un figlio ha a rispettare i propri cari. Questo insieme di convinzioni, o mie menzogne principali, sono state il motore distruttivo che calibravano la mia esistenza e conoscerle, mia ha dato davvero un'opportunità di cambiamento che mi ha aperto una nuova prospettiva di vita e una nuova capacita a vivere con maggiore serenità.

La prospettiva di vedere il mio cattivo umore e i miei atteggiamenti limitanti, come una costruzione inutile. Inutile perché' non dettata dal vero me e da nulla che sia esterno a me.

La prospettiva di sentirmi parte del Creato e di Dio, e per questo di meritare il suo amore e il rispetto e l'appoggio di chiunque. A partire da me stesso.

La prospettiva di correggere quelle vibrazioni negative e quelle paure e di renderle pura luce e di amarle come amare tutto ciò che mi circonda.

La prospettiva di rendere partecipi i miei genitori e familiari, della mia bellezza e della mia luce e fornire loro gli strumenti per capire e accettare e amare quel mio dono che hanno percepito come una paura ignota.

La prospettiva di insegnare agli altri che l'amore di se stessi è la base di una vita creativa e libera e piena di luce. Quanti obiettivi e chiarimenti!

Il respiro ed anche l'insieme di esercizi che ho svolto, hanno fatto risuonare in me tutti quei pensieri ipnotici limitanti ma anche di riconoscere in me quelle voci che davano giusto consiglio e che ora riuscivo ad individuare e ad interpretare più chiaramente.il respiro e le frasi che scrivevo fino ad ipnotizzarmi, stanno concedendo alla mia coscienza, mente, inconscio ed altro di fermarsi e di dotarsi di auto-ascoltazione, di sentire e fermare quel brusio dentro di me, quelle parole e frasi che echeggiano dentro di me, di capire quelle che mi sono distruttive e capire quelle che mi vogliono aiutare. Più chiaramente, individuo e distinguo le mie leggi negative : le ringrazio per essere state comunque uno stimolo alla mia ricerca spirituale . La forza del Rebirthing mi ha soprattutto permesso di ho capire che ci sono anche forze in me che mi sostengono, e individuarle mi ha permesso di scoprire e potenziare la luce ch e è in me. Voglio che queste siano queste forze sostenitrici ad echeggiare i miei pensieri e il respiro mi aiuta a calmare il mio brusio e a fare in modo che sicurezza e stabilità perpetuino nella mia anima, nella mia mente e nel mio cuore.So che il percorso È solo iniziato, ma sono fiero di aver imboccato il verso e l'orientamento di cui avevo bisogno per rinascere e ricominciare una nuova vita.

E mi godo la mia nuova e bella relazione d'amore: sarà una coincidenza? Non so, ma c'è! E me la godo tutta!

Marco

torna su